SIN
Società Italiana di Nefrologia


data stesura: 1 Luglio 2015
ultima revisione: 1 Luglio 2015

Scarica il PDF

Come si è giunti alla creazione della lista:

Per individuare le cinque pratiche a rischio di inappropriatezza è stata creata, nell’ambito del consiglio Direttivo della Società Italiana di Nefrologia, una commissione specifica diretta dal dr. Alessandro Amore che con la collaborazione attiva di tutto il CD, particolarmente del dr. Sandro Feriozzi, ha stilato una lista di 22 pratiche a rischio di inappropriatezza. Queste pratiche sono state messe sul sito web della Società e sottoposte a votazione. Le cinque pratiche inappropriate più votate in assoluto, frutto di una votazione democratica di tutti i Soci attivi della Società Italiana di Nefrologia (289 Soci) sono state individuate come i 5 punti focali per la pubblicazione sul sito di Slow Medicine.

Informazioni sulla società:

La Società italiana di nefrologia (SIN), fondata nel 1957, è una società non a scopo di lucro, apolitica, conta quasi 2.000 Soci. Gli obiettivi della SIN sono poliedrici: educazionali, sia congressuali che a distanza, costituzionali, legislativi, [rapporti con le autorità sanitarie (ministeri ed assessorati) per una nefrologia sempre più giusta sobria e rispettosa.] E’ gestrice di due riviste, una nazionale ed una internazionale con un IF di circa 2. Estende le linee guida per molti percorsi medico nefrologici e dialitici e recentemente ha stilato accordi con diverse società scientifiche quali la SIF (Società italiana di Farmacologia) per stilare un documento di gestione pratica dei pazienti trapiantati nei centri periferici. Recentemente ha aderito a due importanti campagne, Slow Medicine e “Aderisco perché”, rivolta alla educazione dei pazienti portatori di trapianti di rene e alla stretta aderenza collaborativa per l’assunzione dei farmaci immunosoppressori nei soggetti trapiantati.