Non controllare routinariamente ogni anno con ecocolorDoppler una stenosi carotidea inferiore al 50%

Tipo di pratica

Esami di Imaging

Le cosiddette stenosi “low-grade” rappresentano la quota maggiore (fino al 90%) nelle grandi casistiche osservazionali di “first examinations”. In queste la progressione della stenosi è stata calcolata intorno al 7% dei casi. La prescrizione “acritica” e “seriale” di follow-up a un anno mediante ecocolordoppler di una stenosi carotidea inferiore al 50% non apporta benefici clinici in termine di riduzione dello stroke mentre ben noti sono gli effetti del sovrautilizzo della metodica. La definizione della tempistica del follow-up ecocolordoppler delle stenosi carotidee inferiori al 50% richiede la valutazione individualizzata del profilo di rischio cardiovascolare globale (comprensivo del raggiungimento dei target di prevenzione secondaria e del grado di aderenza alla terapia) e di caratteristiche di placca aggiuntive alla sola percentuale di stenosi (ad esempio ecogenicità, omogeneità, superficie, progressione temporale della stenosi) nonché della storia clinica.

Principali fonti bibliografiche

1. Aboyans V, Ricco J-B, Bartelink M-LEL, et al. ESC Scientific Document Group. 2017 ESC guidelines on the diagnosis and treatment of peripheral arterial diseases, in collaboration with the European Society for Vascular Surgery (ESVS). Eur Heart J 2018; 39: 763–816.
2. Kakkos SK, Nicolaides AN, Charalambous I, et al. Predictors and clinical significance of progression or regression of asymptomatic carotid stenosis. J Vasc Surg 2014; 59: 956-67.
3. Bennet GM, Bluth EI, Larson ML, Luo Q. Recommendations for low-grade carotidstenosi follow-upbased on a single-institution data base. J UltrasoundMed 2018; 37: 439–445.

Scarica la scheda completa con le 5 raccomandazioni

PDF

Tutte le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del professionista. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica, è necessario rivolgersi al professionista.