Al di fuori di studi clinici, non eseguire PET, TC e scintigrafia ossea per la stadiazione del tumore della prostata, in pazienti candidati a trattamento radioterapico radicale, per i quali il rischio di metastasi è minimo.

Tipo di pratica

Esami di Imaging

Eseguire una corretta stadiazione nei pazienti affetti da una qualunque forma neoplastica è assolutamente necessario. Tuttavia TC, PET e scintigrafia ossea vengono spesso impiegate anche nella stadiazione delle forme cliniche iniziali di tumore prostatico, in cui il rischio di metastasi è minimo; le evidenze di letteratura non supportano infatti l’impiego di queste metodiche nel paziente a basso rischio di metastasi a distanza (Stadio T1c/T2a; antigene prostatico specifico – PSA – inferiore a 10 ng/ml e punteggio di Gleason minore o uguale a 6).L’impiego di tali metodiche diagnostiche, usate in modo inappropriato, può comportare costi non giustificati e un’esposizione non necessaria a radiazioni, nonché ritardare l’inizio del trattamento radioterapico.

Principali fonti bibliografiche

1. Makarov DV, Desai RA, Yu JB, et al. The population level prevalence and correlates of appropriate and inappropriate imaging to stage incident prostate cancer in the medicare population. J Urol. 2012 Jan; 187(1): 97-102.
2. National Comprehensive Cancer Network: NCCN clinical practice guidelines in oncology (NCCN Guidelines)- Prostate Cancer Version 4.2013.
3. Thompson I, Thrasher JB, Aus G, et AUA Prostate Cancer Clinical Guideline Update Panel. Guideline for the management of clinically localized prostate cancer: 2007 update. J Urol. 2007 Jun; 177(6): 2106-31.

Scarica la scheda completa con le 5 raccomandazioni

PDF

Tutte le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del professionista. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica, è necessario rivolgersi al professionista.