Non prescrivere benzodiazepine e antidepressivi serotoninergici (SSRI) dopo un evento cardiovascolare acuto senza prevedere una rivalutazione a distanza

Tipo di pratica

Farmaci

Le benzodiazepine (BDZ) sono i farmaci più prescritti nei paesi occidentali e fino al 30% dei pazienti a cui viene prescritta durante un ricovero continua ad assumerla a 12 mesi. Le BDZ sono associate ad un incremento di 5 volte di disturbi cognitivi, disturbi psicomotori e sono associati ad un maggior numero di incidenti e cadute, in particolare nei pazienti anziani. In questo ultimi inoltre le BDZ possono causa a breve termine confusione e delirio, per cui dovrebbero essere evitati. A lungo termine infine l’’uso delle BDZ come degli antidepressivi serotoninergici (SSRI) determina tolleranza e dipendenza. Chi prescrive questi farmaci in fase acuta deve attenersi ad un principio di cautela limitando il ricorso ai casi di reale necessità, per periodi di tempo adeguati, scoraggiandone l’uso cronico e l’abuso.

Principali fonti bibliografiche

1. Srisurapanont M. et al. Benzodiazepine prescribing behaviour and attitudes: a survey among general practitioners practicing in northern Thailand. BMC Fam Pract. 2005;6:27.
2. 2019 American Geriatric Society Beers Criteria for Potentially Inappropriate Medication in use in Older Adult.. https://geriatricsareonline.org/toc/american-geriatrics-society-updated-beers-criteria/CL001
3. Choosing Wisely. Insomnia and anxiety in older people. https://www.choosingwisely.org/wp-content/uploads/2018/02/Treating-Insommina-And-Anxiety-In-Older-People-AGS.pdf
4. Brandt J et al. Benzodiazepines and Z-drugs: an updated review of major adverse outcomes reported on in epidemiologic research. Drugs RD 2017;493-507
5. Fava G.A. et al. Withdrawal Symptoms after Selective Serotonin Reutake Inhibitor Discontinuation: A Systematic Review. Psychoter Psychosom 2015;84:72-81.

Scarica la scheda completa con le 5 raccomandazioni

PDF

Tutte le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del professionista. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica, è necessario rivolgersi al professionista.