Radiazioni ionizzanti: non eseguire radiografie senza una specifica indicazione clinica.

Tipo di pratica

Esami di Imaging

Area

Ambiente

Gli esami radiologici sono un prezioso ausilio diagnostico ma va tenuto conto dei possibili danni che possono provocare al paziente stesso, alle generazioni future e all’ambiente. In particolare data la mutagenicità e cancerogenicità delle radiazioni ionizzanti le radiografie preoperatorie del torace e la TAC della colonna vertebrale e cerebrale non devono essere richieste senza una precisa indicazione clinica. L’esecuzione di test diagnostici inappropriati può comportare risultati falsi positivi, nonché l’individuazione di casi che non si sarebbero mai manifestati (sovradiagnosi), che richiedono ulteriori esami diagnostici anche invasivi e interventi terapeutici spesso non necessari e potenzialmente dannosi. Appare pertanto necessario un ridimensionamento delle aspettative riposte nella tecnologia, anche attraverso il diretto coinvolgimento dei cittadini, dei malati e delle Associazioni che li rappresentano.

Principali fonti bibliografiche

1. Dimonte M. Consumismo medico e sostenibilità. Una maggior consapevolezza dei rischi degli esami radiologici per il bene del paziente e della società. Giornale Europeo di Aerobiologia, Medicina Ambientale e Infezioni aerotrasmesse Vol. II, 2, pag 103-106, 2006.
2. Dimonte M. L’abuso di esami radiologici: metafora della società post-moderna, dei nuovi media e dei consumi. Recenti Progressi in Medicina, 99, 3, 2008.
3. Cristofaro M, Busi Rizzi E, Schininà V et al: Appropriateness: analysis of outpatient radiology requests. Radiol Med 2012; 117: 322-32.
4. Chioleroa A, et al: How to prevent overdiagnosis. Swiss Med Wkly 2015; 145: w14060.
5. Rao TM, Levin DC: The Choosing Wisely Initiative of the American Board of Internal Medicine Foundation: What Will Its Impact Be on Radiology Practice? AJR 2014; 202: 358–361.
6. Smith-Bindman R. et al Radiation Dose Associated With Common Computed Tomography Examinations and the Associated Lifetime Attributable Risk of Cancer. Arch Intern Med. 2009; 169(22): 2078-2086

Scarica la scheda completa con le 5 raccomandazioni

PDF

Tutte le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del professionista. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica, è necessario rivolgersi al professionista.