Non sottoporre a PET (tomografia a emissione di positroni) con i traccianti dell’amiloide soggetti asintomatici per deterioramento cognitivo, neanche in presenza di familiarità, nonché soggetti che lamentino disturbi di memoria non confermati dalla valutazione neuropsicologica.

Tipo di pratica

Esami di Imaging

Il timore dell’insorgenza di una condizione di demenza da parte dell’opinione pubblica induce richieste di consultazioni specialistiche e diagnostica strumentale che possono essere inappropriate. La PET con i traccianti dell’amiloide identifica una condizione di amiloidosi cerebrale che non è diagnostica della malattia di Alzheimer bensì comune ad altre forme di demenza e presente in soggetti sani. L’accuratezza del metodo, inoltre, si riduce aumentando l’età del paziente e non consente la definizione o il monitoraggio del deficit cognitivo. A tal proposito la valutazione neuropsicologica standardizzata svolge il ruolo fondamentale.In caso di familiarità la PET con i traccianti dell’amiloide non sostituisce le indagini genetiche.

Principali fonti bibliografiche

1. Zhang S, Smailagic N, Hyde C, Noel-Storr AH, Takwoingi Y, McShane R, Feng J. 11C-PIB-PET for the early diagnosis of Alzheimers disease dementia and other dementias in people with mild cognitive impairment (MCI). Cochrane Database of Systematic Reviews 2014 Issue 7 DOI 101002/14651858.CD010386.pub2
2. Guerra UP, Nobili FM, Padovani A, Perani D, Pupi A, Sorbi S, Trabucchi M. Recommendations from the Italian Interdisciplinar Working Group (AIMN, AIP, SINDEM) for the utilization of amyloid imaging in clinical practice. Neurol Sci 10.1007/s10072-015-2079-3 (Published 24 January 2015).
3. Le Couteur DJ, Doust J, Creasey H, Brayne C. Political drive to screen for pre-dementia: not evidence based and ignores the harms of diagnosis BMJ 2013;347:f5125 doi: 10.1136/bmj.f5125 (Published 9 September 2013).

Scarica la scheda completa con le 5 raccomandazioni

PDF

Tutte le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del professionista. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica, è necessario rivolgersi al professionista.