Non ripetere esofagogastroduodenoscopia (EGDS) in paziente con diagnosi di malattia da reflusso gastroesofageo, con o senza ernia iatale, in assenza di nuovi sintomi.

Tipo di pratica

Altri esami

La diagnosi di malattia da reflusso gastroesofageo si basa su una combinazione di sintomi, risposta alla terapia antisecretiva e test diagnostici; l’EGDS consente di diagnosticare ed eventualmente trattare complicanze di malattia; indicazioni a EGDS di controllo sono limitate a malattia endoscopicamente severa o per conferma diagnostica o sorveglianza dell’esofago di Barrett.

Principali fonti bibliografiche

1. Lundell LR et al. Endoscopic assessment of oesophagitis: clinical and functional correlates and further validation of the Los Angeles classification . Gut 1999; 45: 172 – 80.
2. Johnsson F et al. Symptoms and endoscopic findings in the diagnosis of gastroesophageal reflux disease . Scand J Gastroenterol 1987; 22: 714 – 8.
3. Rodriguez S et al. Barrett’s esophagus on repeat endoscopy: should we look more than once? Am J Gastroenterol 2008; 103: 1892-7.

Scarica la scheda completa con le 5 raccomandazioni

PDF

Tutte le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del professionista. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica, è necessario rivolgersi al professionista.