Non richiedere di routine l’ecografia tiroidea nei soggetti senza segni e/o sintomi di patologie tiroidee e non appartenenti a gruppi a rischio per carcinoma tiroideo.

Tipo di pratica

Esami di Imaging

L’ecografia tiroidea è un esame fondamentale nella diagnostica delle patologie tiroidee; il suo impiego, tuttavia, deve avvenire in un contesto clinico appropriato. Piccoli noduli tiroidei sono molto frequenti nella popolazione generale e, nella maggior parte dei casi, benigni. Nelle ultime decadi, inoltre, si è registrato un notevole incremento di diagnosi di carcinoma tiroideo (spesso differenziato e di piccole dimensioni), non associato ad aumento della mortalità, evidenziandosi in tal modo una condizione di overdiagnosis. L’esecuzione indiscriminata delle ecografie non solo individua un numero elevato di noduli tiroidei privi di “peso patologico” ma può essere causa di ansia nel paziente e di un aumento delle procedure diagnostiche e degli interventi chirurgici, con conseguenti costi ingiustificati per la collettività, oltre che possibili danni per il paziente.

Principali fonti bibliografiche

1. Gharib H and the AACE /AME/ETA Task Force on Thyroid Nodules. AACE, AME, and ETA medical guidelines for clinical practice for the diagnosis and management of thyroid nodules. J Endocrinol Invest executive summary 2010, 33: 287.
2. Huang TW, et al. Systematic review of clinical practice guidelines in the diagnosis and management of thyroid nodules and cancer. BMC Medicine 2013, 11: 191.
3. Cooper DS, Doherty GM, Haugen BR et Al. Revised American Thyroid Association Management Guidelines for Patients with Thyroid Nodules and Differentiated Thyroid Cancer. Thyroid 2009, 19: 1-48.
4. Brito JP, Morris JC, Montori VM. Thyroid cancer: zealous imaging has increased detection and treatment of low risk tumours BMJ 2013; 347: f4706.
5. Davies L, Welch HG. Current thyroid cancer trends in the United States. JAMA Otolaryngol Head Neck Surg. 2014 Apr;140(4):317-22.

Scarica la scheda completa con le 5 raccomandazioni

PDF

Tutte le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del professionista. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica, è necessario rivolgersi al professionista.