Non richiedere di routine esami di diagnostica per immagini in caso di lombalgia senza segni o sintomi di allarme (bandierine rosse o red flag)

Tipo di pratica

Esami di Imaging

La lombalgia è nella maggior parte dei casi benigna e a risoluzione spontanea. L’anamnesi e l’esame obiettivo, anche con ricerca di segni neurologici, permettono di escludere situazioni cliniche gravi. In tali casi le tecniche di imaging sono inappropriate, almeno per le prime 6 settimane, poiché non modificano l’approccio terapeutico. Inoltre il riscontro di reperti incidentali induce ansia e ricorso ad ulteriori inutili esami, espone a radiazioni ionizzanti e rappresenta un costo ingiustificato per la collettività.

Principali fonti bibliografiche

1. Low back pain. Early management of persistent non-specific low back pain. Nice Clinical Guideline 88, 2009.
2. Negrini S et al. Diagnostic-therapeutic flow-charts for low back pain patients: the Italian Clinical Guidelines. Eura Medicophys. 2006; 42(2): 151-70.
3. Giovannoni S, Minozzi S, Negrini S. Percorsi diagnostico-terapeutici per l’assistenza ai pazienti con mal di schiena. Pacini Ed, 2006.
4. Chou R et al. Imaging strategies for low back pain: systematic review and metanalisis. Lancet 2009; 373: 463-72.
5. Srinivas S, Deyo R, Berger Z. Application of “Less Is More” to Low Back Pain. Arch Intern Med 2012; 172(13): 1016-20.

Scarica la scheda completa con le 5 raccomandazioni

PDF

Tutte le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del professionista. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica, è necessario rivolgersi al professionista.