Non posticipare le vaccinazioni di routine né modificare le usuali misure di prevenzione e di cura in età pediatrica sia sul territorio sia in ospedale durante la circolazione del SARS-CoV-2.

Tipo di pratica

Altri trattamenti

Età

Bambini

Area

Pediatria

Nei bambini, nei primi due anni di vita, durante la pandemia di COVID-19 si sono osservati ritardi di 3-6 mesi nelle sedute vaccinali programmate, mentre negli adolescenti le coperture vaccinali per le dosi di richiamo sono calate di oltre il 10%. Inoltre, sono state segnalate diagnosi tardive di malattie croniche (es. diabete di tipo 1, patologie oncologiche) per ritardo di accesso in Pronto Soccorso e risultano ridotte le percentuali di bambini e adolescenti che hanno svolto nei tempi previsti i controlli di salute dai pediatri di libera scelta. Tutto questo evidenzia che gli sforzi profusi negli anni sulla prevenzione e sulle diagnosi precoci di malattia in età pediatrica possono essere vanificati, con rischi di salute gravi nell’immediato futuro.

Principali fonti bibliografiche

1. Cella A, Marchetti F, Iughetti L, Di Biase AR, Graziani G, De Fanti A, Valletta E, Vaienti F, Vergine G, Viola L, Biasucci G. Italian COVID-19 epidemic: effects on paediatric emergency attendance—a survey in the Emilia Romagna region. BMJ Paediatrics Open 2020;4:e000742. doi:10.1136/bmjpo-2020-000742.
2.Esposito S, Parma COVID-19 Pediatric Working Group (PaCoPed), Voccia E, Cantarelli A, Canali A, Principi N, Prati A. Telemedicine for management of paediatric infectious diseases during COVID-19 outbreak. J Clin Virol 2020;129:104522.
3. Zhong Y, Clapham HE, Aishworiya R, et al. Childhood vaccinations: Hidden impact of COVID-19 on children in Singapore. Vaccine. 2020; Epub Dec 26:S0264-410X(20)31634-0. doi: 10.1016/j.vaccine.2020.12.054.

Scarica la scheda completa con le 5 raccomandazioni

PDF

Tutte le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del professionista. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica, è necessario rivolgersi al professionista.