Non somministrare l’antibiotico per la profilassi perioperatoria prima dei 60 minuti precedenti l’incisione chirurgica*; il momento ideale è all’induzione dell’anestesia.

La Profilassi Antibiotica Perioperatoria (PAP) è una misura efficace per la prevenzione delle Infezioni del Sito Chirurgico (ISC), laddove indicata; tuttavia, il suo utilizzo inappropriato contribuisce notevolmente al consumo totale di antibiotici negli ospedali ed è stato associato all’aumento della resistenza agli antibiotici dei microrganismi nonché dei costi dell’assistenza sanitaria . La somministrazione dell’antibiotico entro 30-60 minuti dall’inizio dell’incisione della cute garantisce una concentrazione efficace del farmaco nel siero e nei tessuti sede dell’intervento, riducendo quindi il rischio di infezione post-operatoria.

*tranne eccezioni.

Principali fonti bibliografiche

1. European Centre for Disease Prevention and Control. Systematic review and evidence-based guidance on perioperative antibiotic prophylaxis.
2. SNLG 17. Antibioticoprofilassi perioperatoria nell’adulto. Linee guida 2008, aggiornamento 2011. Disponibile su: http://www.snlg-iss.it/cms/files/LG_AntibioticoP_Unico_2008.pdf
3. World Health Organization. Antimicrobial Resistance Global Report on surveillance 2014. Disponibile su: http://www.who.int/drugresistance/documents/surveillancereport/en/

Scarica la scheda completa con le 5 raccomandazioni

PDF

Tutte le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del professionista. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica, è necessario rivolgersi al professionista.