Latte artificiale per i neonati

ll neonato che nasce sano, del giusto peso e a termine deve essere allattato esclusivamente al seno: non c’è bisogno di alcuna integrazione di latte artificiale. All’inizio si nutrirà di colostro, la prima secrezione della mammella. Intorno al terzo o quarto giorno dal parto la mamma inizia a produrre il latte maturo. Al neonato questo è sufficiente, non serve altro.

Il meccanismo che regola la produzione del latte è quello della domanda e dell’offerta: più il bimbo si attacca al capezzolo e succhia, più la produzione di latte aumenta. Questo consente ad ogni mamma di produrre il latte necessario al suo bambino, se non ci sono interferenze: medici, ostetriche e infermiere dovrebbero sostenere in tutti i modi questa funzione naturale.
I motivi che conducono così frequentemente a dare supplementi di formule artificiali ai neonati sani sono molti, ma quelli connessi alla impossibilità della mamma di produrre latte, o alla salute della mamma e del bambino sono una minoranza assoluta.
La letteratura scientifica è ricca di studi che dimostrano i grandi benefìci legati all’allattamento al seno, sia per la salute del bambino sia della mamma. È dimostrato anche che se la mamma riesce ad allattare al seno il suo bimbo già dai primi giorni di vita è molto probabile che riuscirà a proseguire per molti mesi.

Consigli di Altroconsumo

- Aggiungere il latte artificiale all'alimentazione del neonato è sbagliato perché interrompe il meccanismo naturale di domanda e offerta che c'è tra madre e bambino e che regola la produzione del latte materno. Il bambino che ha succhiato dal biberon, infatti, non avrà bisogno di attaccarsi al capezzolo della madre perché è sazio, di conseguenza la madre produrrà meno latte. Si crea quindi una situazione per cui, la madre, vedendo che effettivamente produce poco latte, rischia di perdere fiducia nella propria capacità di nutrire a sufficienza il suo bambino e di essere una buona mamma. Può succedere che questo circolo vizioso porti a interrompere precocemente l’allattamento al seno. E addio benefìci.

Scarica la scheda e portala al tuo medico per discuterne con lui

Scarica PDF

In collaborazione con

ACP - Associazione Culturale Pediatri

Le informazioni disponibili in questo strumento sono uno spunto per parlare con il tuo medico o professionista di fiducia. Non sostituiscono informazioni e consigli che puoi avere rivolgendoti direttamente a loro.

Per saperne di più e conoscere le fonti utilizzate, consulta il sito di Altroconsumo e il sito di Choosing Wisely Italy