Non somministrare farmaci a base di salmeterolo nella crisi d’asma del bambino.

Tipo di pratica

Farmaci

Età

Bambini

Area

Pediatria

Nell’attacco d’asma del bambino l’utilizzo di broncodilatatori beta2-agonisti a lunga durata d’azione (long-acting beta2-agonists, LABAs) non è raccomandato a causa della lenta insorgenza di azione (10-20 minuti) e i dati clinici presenti in letteratura sulla sua sicurezza in età pediatrica sono molto limitati. Nei pazienti affetti da asma acuto il Salmeterolo incrementa, in monoterapia, il rischio di ospedalizzazione e la necessità di ventilazione invasiva. In caso di crisi d’asma nel bambino viene raccomandato il trattamento con broncodilatatori beta2-agonisti a breve durata d’azione (short-acting beta2-agonists, SABAs), anche in dosi ripetute e in associazione agli anticolinergici, supplemento di ossigeno a flusso controllato e precoce somministrazione di steroidi sistemici.

Principali fonti bibliografiche

1. Global Strategy for Asthma Management and Prevention (GINA), 2016 update. www.ginasthma.org
2. Fergeson JE et al. Acute asthma, prognosis, and treatment. J Allergy Clin Immunol 2017 Feb; 139 (2): 438-47.
3. Liao MM et al. Salmeterol use and risk of hospitalization among emergency department patients with acute asthma. Ann Allergy Asthma Immunol 2010 Jun; 104 (6): 478-84.
4. Stempel DA et al. Safety of adding Salmeterol to Fluticasone Propionate in children with Asthma. N Engl J Med 2016 Sep 1; 375 (9): 840-9.
5. BTS/SIGN British guideline on the management of asthma, 2016. www.brit-thoracic.org

Scarica la scheda completa con le 5 raccomandazioni

PDF

Tutte le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del professionista. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica, è necessario rivolgersi al professionista.