I PASSI DA SEGUIRE PER ISCRIVERSI

Sei una Società scientifica o un’associazione e vuoi aderire al progetto “Fare di più non significa fare meglio – Choosing Wisely Italy”?

Di seguito i passi necessari:

  1. Far sottoscrivere al proprio presidente la Lettera di adesione, indicando i referenti per il progetto
  2. Compilare la Scheda riassuntiva delle 5 raccomandazioni attenendosi alle indicazioni metodologiche – vedi il Disegno del progetto e gli Aspetti di metodo delle raccomandazioni.
    Entrambi i documenti vanno inviati alla Dott.ssa Sandra Vernero, coordinatrice del progetto, s.vernero@slowmedicine.it;
  3. Versare la quota di 250 euro/anno come socio istituzionale di Slow Medicine.

QUAL È IL PERCORSO DELLE SCHEDE?

Le schede inviate devono avere l’approvazione da parte del Gruppo di regia del progetto, in seguito alla quale devono essere tradotte in inglese da parte della società scientifica. Le due versioni delle schede vengono quindi pubblicate sul sito web e sulla app di Choosing Wisely Italy e successivamente proposte per l’inserimento tra le Buone pratiche del Sistema Nazionale Linee Guida dell’Istituto Superiore di Sanità e nel supporto decisionale internazionale DynaMed Plus di EBSCO.

QUALI PROSPETTIVE APRE LA PARTECIPAZIONE A CHOOSING WISELY ITALY?

Le Società scientifiche e le Associazioni che fanno parte della rete Choosing Wisely Italy sono membri attivi del progetto: vengono regolarmente informate sulle attività collegate, sia rispetto al materiale pubblicato per i professionisti e i cittadini (aggiornamenti e nuove schede) sia rispetto a eventi e novità a livello nazionale e internazionale e alla possibilità di partecipare a incontri periodici e alle iniziative del progetto stesso, insieme con gli altri partecipanti, in un continuo aggiornamento e crescita comune.

QUAL È IL SIGNIFICATO DELLA QUOTA DI ISCRIZIONE?

Il versamento della quota associativa di 250 euro/anno richiesto per partecipare al progetto “Fare di più non significa fare meglio – Choosing Wisely Italy” rappresentano un contributo alle spese di organizzazione delle attività e dà il diritto (salvo diversa indicazione) di diventare soci istituzionali di Slow Medicine e di entrare nella “rete slow”, in modo da consolidare il rapporto di collaborazione che lega Slow Medicine alle diverse società e associazioni con cui condivide principi e progetti. La vita associativa di Slow Medicine si basa su tali contributi e non fruisce di alcuna sovvenzione da parte di enti pubblici o privati.
Per saperne di più: diventa socio.

LETTERA DI ADESIONE

SCHEDA RIASSUNTIVA (APRILE 2019)